Reportage Tematici Green (257)
[ 1172 immagini ]
Bacheca Green
[ 862 post ]
Aziende Green
Soluzioni Green

 Autore del reportage
Nome: Ambra Pigato

Su di me: Sono geometra e certificatore energetico, adoro stare in mezzo alla natura e agli animali.

Interessi: La famiglia che mi sto creando, il mio cane, le moto sportive, la politica, mangiare bene e stare in buona compagnia.

Vivo a: IT, Vicenza

Specializzazione:: Geometra e certificatore energetico

Webpage:
 
Reportage scritti [ 8 ]
Post in bacheca Green [ 14 ]
Commenti a reportage [ 17 ]
IDROVIA PADOVA-VENEZIA
25/10/2011
Azioni per Salvare il Pianeta
6680  views
  Locazione: PADOVA-VENEZIA
Invia ad un amico

Idrovia padova venezia.
Finalmente si muove qualcosa di interessante anche in Veneto, altro che SPV!
Idrovie e ferrovie, questi dovrebbero essere i mezzi da sviluppare per il trasporto di merci in Italia, per ottimizzare i consumi, l’inquinamento e anche i costi, per ridurre il traffico su gomma e aumentare la sicurezza in strada ....
Di seguito l’articolo preso da:
http://www.regione.veneto.it/Notizie/Comunicati+Stampa/Ottobre+2011/1908.htm

IDROVIA PADOVA-VENEZIA. CONTE: PUBBLICATO BANDO PER STUDIO DI FATTIBILITÀ
Comunicato stampa n° 1908 del 11/10/2011
(AVN) – Venezia, 11 ottobre 2011

Scade il 30 novembre il termine per la presentazione delle offerte relative alla realizzazione dello studio di fattibilità degli interventi per il completamento dell’idrovia Padova-Venezia. Il bando è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 73/2011. A darne comunicazione è l’assessore regionale all’ambiente e alla difesa del suolo Maurizio Conte, precisando che l’importo complessivo previsto per l’affidamento dell’incarico è di 200 mila euro stanziati con la legge finanziaria 2011, ma l’aggiudicazione avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa per l’amministrazione.

“Lo studio di fattibilità – sottolinea Conte – riguarderà non solo gli interventi per il completamento dell’idrovia Padova–Venezia come canale navigabile per il trasporto delle merci, ma anche l’utilizzo per la diversione delle piene del sistema Brenta–Bacchiglione”. La gara avrà carattere nazionale.

“Lo studio sull’idrovia – conclude Conte - sarà assolutamente importante, in particolare per la sue finalità idrauliche. Il completamento di questa via d’acqua, realizzata solo parzialmente, potrebbe veramente costituire un essenziale elemento di garanzia contro i rischi da sempre presenti nell’area padovana. Gli aspetti di criticità e di fragilità di alcune aree sono stati evidenziati dall’alluvione che ha colpito il Veneto tra ottobre e novembre dell’anno scorso. Con l’avvio della procedura di gara viene quindi confermata la concreta volontà di arrivare in tempi brevi ad un documento che dia una valutazione certa e condivisa circa l’utilizzo dell’idrovia, per passare successivamente alla redazione della progettazione preliminare”.


  [Foto]




 [Video] ( Nessun video aggiunto )
REPORTAGE
 
IDROVIA PADOVA-VENEZIA
 
posted on 10/25/2011 at 8:40


[Per inserire commenti devi essere iscritto su HowToBeGreen] JOIN NOW
Bello! Finalmente un articolo senza errori ortografici, solo che sarebbe interessante spiegare al lettore per cosa stia l’acronimo "SPV"
Strada Provinciale Veneta?
Servizio Pompe a Vuoto?
Scarico Pallet Verticali??
O magari sono l’unico che vive fuori dal mondo e ne ignora il significato?
Grazie!

Per tutti gli interessati segnalo questa bella discussione con immagini satellitari http://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=641340
e questo riassunto http://www.infocat.it/wp/wp-content/uploads/2010/01/Depliant-esplicativo-Idrovia.pdf
 
...ops, pardon ... SPV sta per Strada Pedemontana Veneta .... è quella fantastica opera che sventrerà la provincia di Vicenza. La Superstrada Pedemontana Veneta è destinata a servire l’area a maggiore concentrazione industriale del Nord Est tra le province di Vicenza e Treviso. Andrà a costituire un’alternativa rispetto all’Autostrada A4, collegando la stessa A4 con la A27 Venezia-Belluno, tra Montecchio Maggiore (Vicenza) e Spresiano (Treviso), per una lunghezza di poco più di 90 chilometri, sarà a 2 corsie per senso di marcia (quindi quando un camion ne supera un altro si creeranno file e rallentamenti, sarà a pagamento (anche per i locali) e andrà a sostituire la strada provinciale gratuita che attualmete smista il traffico tra Thiene e Bassano del Grappa.
 
Chiedo ad Ambra.. ma la strada provinciale gratuita (marosticana) che fine farà? Verrà chiusa? Sarà inglobata dalla SPV? E’ certo che la SPV si farà? Se si.. sai quando inizieranno i lavori? Ci saranno i caselli per il pedaggio proprio come un autostrada? Grazie...
 
la strada provinciale gratuita (Thiene-Marostica) verrà inglobata nella nuova SPV e ci saranno i caselli, è di fatto un’autostrada gestita in project finance, ovvero che chi costruisce l’avrà in gestione per un periodo stabilito di anni e offrirà il servizio a pagamento. All’inizio sembrava che per gli abitanti dei paesi lungo il tragitto, fosse gratuita, in realtà ad oggi sembra che sia gratuita per i primi 20km, una baggianata se pensi che 20km sono solo Thiene-Bassano, vuol dire che uno che parte da Thiene per andare a Bassano (cosa che molti fanno per lavoro ogni giorno) avrà forse l’andata gratuita, ma di certo il ritorno a pagamento, col risultato che la maggior parte delle persone e mezzi si riverseranno sulle vecchie strade che passano nei centri dei paesi ... ti immagini il casino?!?!?!
 
Bella questa, la leggo in ritardo... Chiarisco subito che per me la SPV possono evitare di realizzarla e che sono contrario.
Anche fra le persone green trovo spesso una discreta approvazione per la realizzazione della SPV, e ognuno ha il suo punto di vista. Diciamo che chi abita in qualche centro trafficato preferisce che il traffico passi altrove, e che a livello ideale è da preferire che un mezzo si sposti nel più breve tempo possibile evitando soste inutili etc. Comprendo.
Va altresì detto che per migliorare la situazione non possiamo ogni volta costruire strade nuove perchè tanto il traffico comunque da qualche parte c’è e ci sarà (o altrove si sposterà).
Se infine consideriamo che il tutto risulterà a pagamento allora hanno generato l’inutilità poichè una cosa che doveva essere utile a molti in realtà sarà a pagamento in un periodo come questo. Mi torna alla memoria un caso un po’ simile come fu il traforo fra Schio e Valdagno: gratis per un po’ e poi tutto il traffico sulla Priabona. Almeno lì hanno realizzato una soluzione diversa al problema (se non altro), ma è chiaro il casino di cui parlava Ambra a sto punto.
Io sto come sto anche senza la SPV, tanto vale risparmiare dinero, di questi tempi.
 
Ultimi commenti

 
Potrebbero interessarti..
La silenziosa Rivoluzione Energetica delle Rinnovabili
Prima vittoria per le balene - chi è Sea Shepherd?
Veneto City: a cosa servono altri 2 milioni di metri cubi di cemento?
Povertà, distruzione del mondo e le responsabilità del modello capitalista
Salviamo il tonno dal rischio estinzione: stop alla pesca selvaggia
Olio di palma, cos’è e quali sono le conseguenze per la Terra
Un deforestatore in meno nel Sud-Est Asiatico
Parco delle Cascine: un sogno grande 10 milioni di metri quadri
ONU: la fame del mondo non si risolve con gli OGM ma con la politica
Ecuador ed il disastro petrolifero ad opera della Chevron-Texaco
Taiji e la strage quotidiana di delfini globicefali
Carta della terra
Le responsabilità ambientali di Wall Street
Lo sporco e crudele business delle pellicce di animali

© 2022 , HowToBeGreen.eu - Tutti i diritti riservati. - PRIVACY

Reportage correlato che potrebbe interessarti (1 di 14)

Il modo più green per raggiungere una destinazione

[Azioni per Salvare il Pianeta]