Reportage Tematici Green (257)
[ 1172 immagini ]
Bacheca Green
[ 862 post ]
Aziende Green
Soluzioni Green

 Autore del reportage
Nome: monica tavella

Su di me: Amo la natura ed insegnare ai piccini il rispetto per il creato.

Interessi: Musica e fotografia. Cantante e flautista.

Vivo a: IT, Veneto Vicenza

Specializzazione:: Maestra elementare

Webpage:
 
Reportage scritti [ 11 ]
Post in bacheca Green [ 33 ]
Commenti a reportage [ 7 ]
Le pulizie in casa: eco-consigli pratici su come renderle sostenibili
30/9/2011
Idee Green
5467  views
  Locazione: Italia
 [ 0 commenti ]
Invia ad un amico

Pulizie in casa, detersivi, lavaggi e sostenibilità quotidiana. Credo che questo sia un tema molto importante perchè coinvolge un po’ tutti noi, tutti giorni e per diversi aspetti. Ho trovato in rete tutta una serie di consigli molto utili che voglio condividere con voi e che se applicati possono ridurre non solo l’utilizzo di risorse ma anche l’inquinamento associato ai detergenti tradizionali e di certo permettono di risparmiare dal punto di vista economico.

Lavaggio a mano dei piatti

- apri l’acqua calda nella vaschetta del lavaggio, piano, così non si riempie subito
- metti qualche goccia di detersivo direttamente sulla spugna, pulisci la stoviglia e risciacquala con l’acqua che sta riempiendo la vaschetta lavaggio
- usa un detersivo per piatti tradizionale (meglio se bio)
- utilizza i tovaglioli di carta, se li hai usati a tavola, per assorbire l’unto in eccesso dalle pentole e dai piatti
Meglio ammorbidire lo sporco per le pentole e le stoviglie incrostate con lo spruzzino all’aceto/acido citrico o al bicarbonato (effetto sgrassante).

Nota: il bicarbonato aumenta l’efficacia sgrassante del detersivo piatti tradizionale. L’acqua di cottura della pasta e del riso è particolarmente sgrassante, soprattutto se usata calda. Puoi usare lo spruzzino al bicarbonato o aceto anche per pulire il lavandino, soprattutto quando ci devi lavare alimenti.

Lavastoviglie

2 cucchiai di detersivo piatti "fai da te" al limone, sale e aceto.
Meglio evitare del tutto il brillantante tradizionale. Puoi evitare di usare sostanze brillantanti, oppure puoi riempire la vaschetta del brillantante di aceto (o una soluzione al 15% di acido citrico – 100 ml di acqua e 15 g di acido citrico) e regolare la relativa manopola graduata sul numero più alto.
Controlla spesso il livello del sale e pulisci il filtro ogni due settimane.

Lavatrice

Misura il detersivo; leggi sempre le indicazioni riportate sulla confezione e fa attenzione ai ml e ai gr (la polvere in grammi, il liquido in millilitri). Usa la pallina dosatrice nel cestello (sia con il detersivo in polvere che con quello liquido). Ricordati di pesare i panni. Come ammorbidente e anticalcare versa 100 ml di aceto bianco nella vaschetta dell’ammorbidente. Non rimarrà l’odore di aceto, ma solo il profumo del detersivo. Meglio ancora: puoi utilizzare una soluzione di acido citrico al 15-20% (100 ml di acqua e 15-20 g di acido citrico). In alternativa è possibile usare un ammorbidente ecologico.

Se l’acqua non è particolarmente calcarea, l’uso dell’anticalcare non è comunque necessario in quanto è già presente nel detersivo. Invece, se l’acqua è molto calcarea, l’anticalcare si può aggiungere, ma dosa la quantità di detersivo come per acqua dolce.

Per decalcificare periodicamente la lavatrice in modo semplice (circa 1 volta al mese se l’acqua di casa è molto dura) lancia un programma lungo a 60 °C, versando nel cestello vuoto 1 litro di aceto oppure la soluzione di acido citrico al 15% (150 g di acido citrico in 1 litro d’acqua).

Come sbiancante aggiungi 1 cucchiaio da tavola di percarbonato al detersivo in polvere o liquido. In genere è già presente nei detersivi biologici, quindi lo si aggiunge solo quando si ricerca un’azione sbiancante aggiuntiva. È anche igienizzante già a 40 °C. Per smacchiare pretratta le macchie con sapone di Marsiglia. In caso di macchie grasse: qualche goccia di detersivo liquido per piatti direttamente sulla macchia.

- Solo per capi bianchi: applica sulla macchia del per carbonato diluito (a formare una pappetta tipo yogurt) e lascialo agire circa 1 ora prima del lavaggio (non su capi delicati come lana, seta, pelle).
- Per smacchiare e sbiancare (ad esempio grembiuli con macchie organiche) si può lasciare la biancheria in ammollo per tutta la notte in acqua fredda e bicarbonato.

Pavimenti con piastrelle

Per lavare i pavimenti utilizzare 1 bicchiere di aceto in acqua calda oppure il vaporetto. Puoi anche usare il detergente/lucidante sanitari fai da te oppure un altro detersivo (meglio se bio) alternando ora l’uno e ora l’altro a seconda delle necessità. Per spazzare i pavimenti sostituisci eventuali velette elettrostatiche con un panno in microfibra. All’occorrenza invece di cambiare veletta/panno raccogli lo sporco con un po’ di carta morbida inumidita e continua a pulire; così ne usi solo una per ogni pulizia. Meglio evitare le velette pre-inumidite che sono intrise di prodotti chimici.

Pavimento con Parquet

Puoi lavare il parquet con acqua calda e panno in microfibra ben strizzato oppure con acqua calda con un po’ di aceto e panno in microfibra o in alternanza acqua calda con pochissimo detersivo per pavimenti (meglio se ecologico) e panno microfibra

Forno

Pulisci spesso il forno con lo spruzzino all’aceto o al bicarbonato (meglio se a forno tiepido) e lascia agire qualche minuto prima di sciacquare.

Forno a microonde

Mezzo bicchiere di acqua e succo di limone (o acqua e aceto) in parti uguali nel microonde. Fallo partire a potenza massima per 5-6 minuti e poi aspetta un paio di minuti prima di togliere il bicchiere e passare con una spugna morbida inumidita.

Frigorifero

Si pulisce con lo spruzzino all’aceto o con quello al bicarbonato, e si sciacqua.
Per togliere gli odori: mettere qualche cucchiaio di bicarbonato in una vaschetta larga e lasciarla aperta in frigorifero. Ha un efficacia di circa 3 mesi.

Taglieri di legno e superfici a contatto con gli alimenti

Passali con una pasta fatta di acqua e bicarbonato (1 parte acqua e 3 parti bicarbonato) e sciacqua dopo qualche minuto.


  [Foto]




 [Video] ( Nessun video aggiunto )
REPORTAGE
 
Le pulizie in casa: eco-consigli pratici su come renderle sostenibili
 
posted on 9/30/2011 at 11:12


[Per inserire commenti devi essere iscritto su HowToBeGreen] JOIN NOW
Ultimi commenti

 
Potrebbero interessarti..
Economia green 2.0: Introduzione ad un mondo senza denaro - Prof Franz Hörmann
Crisi economica globale vs green economy locale nel Nord Est Italia
Flash... una tecnologia dannosa
Verde-Bianco-Rosso
Additivo atossico per motori diesel Euro 4 e 5
Un litro di luce: illuminare la casa con acqua, bottiglie di plastica e sale
Quattro ingredienti insostituibili per le pulizie ecologiche (e non solo)
Apple: le azioni e rivoluzioni Green attuate da Steve Jobs
Pavimento in legno 100 percento vegetale: perché sceglierlo
OGM sì o no? Riflessioni di un ambientalista razionale
Cotone biologico: perchè sceglierlo e quali sono i vantaggi per l’uomo e l’ambiente
Musicycle
Dissipatore rifiuti alimentari: cos’è, come funziona e quali i vantaggi per l’ambiente
PRENDITI CURA DELLA NATURA

© 2021 , HowToBeGreen.eu - Tutti i diritti riservati. - PRIVACY

Reportage correlato che potrebbe interessarti (1 di 14)

Quattro ingredienti insostituibili per le pulizie ecologiche (e non so..

[Idee Green]