Reportage Tematici Green (257)
[ 1172 immagini ]
Bacheca Green
[ 862 post ]
Aziende Green
Soluzioni Green

 Autore del reportage
Nome: irene Ferri

Su di me: Sono interessata a tutto ciò che parla della nuova cultura, per fondare una nuova concezione di rispetto e amore per la Terra e tutto ciò che essa contiene. Il nostro pianeta è meraviglioso e miracoloso.

Interessi: giardinaggio, agricoltura, apicoltura, energie alternative, fiori, compostaggio e riciclo, fotovoltaico

Vivo a: IT, -

Specializzazione:: produzione di oggetti biocompatibili e naturali

Webpage:
 
Reportage scritti [ 1 ]
Post in bacheca Green [ 8 ]
Commenti a reportage [ 5 ]
Quattro ingredienti insostituibili per le pulizie ecologiche (e non solo)
27/11/2011
Idee Green
6430  views
  Locazione: Milano
Invia ad un amico

Pulizie domestiche ecologiche ed ecosostenibili. Cosa possiamo fare per pulire la nostra casa senza pesare sull'ambiente e sulla nostra salute? Il primo ingrediente è il sapone nero. Il sapone nero, conosciuto anche come sapone nero africano (Anago Sapone, Alata Simena o Ose Dudu), è stato a lungo usato per i problemi della pelle. E’ ottimo contro le rughe, le macchie scure, gli eczemi e i segni lasciati dal rasoio. E ’utilizzato anche per esfoliare delicatamente e dona una pelle più sana. Il sapone può essere utilizzato anche sul corpo o sui capelli o per la pelle grassa o secca, per le eruzioni cutanee, le irritazioni del cuoio capelluto, gli odori corporei, inoltre fa bene alla pelle sensibile. E’ utilizzato come ingrediente base in molte ricette di detersivi e smacchiatori per la casa.
Il sapone nero è creato a partire dalla cenere di piante raccolte a livello locale: dapprima le foglie e la corteccia vengono essiccate al sole, poi sono arrostite in una pentola a una temperatura costante (fase importante per garantire il colore, la consistenza ed il profumo). Successivamente, vengono aggiunti alla miscela acqua e oli vari (olio di palma, olio di cocco, olio di palmisti, tra cui burro di karité e di cacao in polvere) e mescolati per almeno un giorno. Dopo di che, il "sapone" viene lasciato riposare per due settimane.
Spesso il sapone è fatto a mano dalle donne e viene commercializzato equamente. Viene tradizionalmente prodotto in Africa occidentale, tipicamente in Ghana, su base di segrete ricette. Diverse tribù e comunità infatti hanno adottato la propria specifica (segreta) miscela di oli e tecniche di cottura, che possono essere ritrovate nelle varianti di colore. La stessa cenere è stata spesso usata per cicatrizzare i tagli. Le varietà di sapone nero effettivamente realizzate in Africa tendono ad essere pure, mentre i saponi realizzati in Europa o negli Stati Uniti tendono ad avere aggiunti ingredienti artificiali.

Il sapone di Marsiglia

Nel 1688 fu emanata una legge che affermava che solo i saponi creati in conformità con rigorosi metodi antichi potevano portare il famoso marchio " sapone di Marsiglia ".
Solo un paio di savonneries (fabbriche di sapone) vicino a Marsiglia ancora producono questo leggendario sapone in modo tradizionale. Ma il sapone di Marsiglia è noto per la sua purezza e per la cura delicata della pelle, e la sua popolarità è in aumento in tutto il mondo.
Un Maitre de Savon crea in due settimane il sapone. La miscela di olio d’oliva delicato, di ceneri alcaline provenienti da piante marine e di acqua salata del Mar Mediterraneo viene riscaldata per dieci giorni in un pentolone , poi versata in pozzi aperti dove si indurisce. Il sapone viene poi tagliato a cubetti e timbrato, successivamente posto ad asciugare al sole e all’azione dei venti di maestrale.
La polvere bianca e fine sulla superficie del sapone è sale marino, che scompare una volta che il sapone è bagnato. Questa caratteristica afferma l’autenticità del vero sapone di Marsiglia. Il sapone fresco di essere un po’umido: basta metterlo ad asciugare al sole, e l’indurimento lo farà durare più a lungo.
Il sapone di Marsiglia è tradizionalmente verde o bianco. Il sapone bianco è fatto con olio di palma, il verde con almeno il 50% di olio di oliva . Entrambe le varietà sono squisite ed ultra-idratanti. Il sapone di Marsiglia è raccomandato dai dermatologi in tutto il mondo per la pelle secca e altri disturbi. La sua incredibile purezza e le proprietà idratanti lo rendono ideale per le pelli sensibili. In Francia è un prodotto di fiducia che è diffuso da secoli per pulire tutto, dalla biancheria al viso.
E’ totalmente biodegradabile, richiede poco imballaggio e la sua fabbricazione è ecologica. L’autentico sapone è timbrato con la specifica del suo peso in grammi, una pratica rimasto invariata nel tempo.

Il bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio, o sodio bicarbonato, e, meno comunemente, saleratus, è un sale chimico che ha differenti usi pratici. La formula chimica è NaHCO3, ed è una polvere bianca con grani cristallini. Anche se può essere prodotto con mezzi artificiali, nella sua forma naturale il bicarbonato di sodio si chiama nahcolite, e prende il nome dalla sua formula chimica.
il bicarbonato di sodio è debolmente alcalino. Come tale, agisce per neutralizzare gli acidi e rompere le proteine, e inoltre neutralizza le molecole dell’odore acido, cosa che lo rende un efficace deodorante. Aggiunto all’acqua quando si fa il bucato, stabilizza il livello di pH e potenzia l’efficacia del detersivo. Può anche essere aggiunto alla piscina d’acqua per bilanciare il pH e mantenere l’acqua limpida.
L’uso più comune per il bicarbonato di sodio è come agente lievitante in cottura. In combinazione con un liquido e un acido, esso subisce una reazione chimica che libera bollicine di carbonio diossido. Intrappolate nella pasta, queste bolle di anidride carbonica aiutano il forno a raggiungere più in fretta la temperatura. I prodotti da forno lievitati con il bicarbonato di sodio, quindi, generalmente hanno molti buchi lasciati dalle bolle di anidride carbonica.
Il bicarbonato di sodio non deve essere confuso con il lievito , che ha contenuti acidificanti ed agenti di essiccazione (tipicamente la crema di tartaro e l’amido), mentre il bicarbonato è puro.
il bicarbonato di sodio ha anche altri usi in cucina. Un pizzico aggiunto alla salsa di pomodoro durante la cottura riduce l’acidità. Una piccola quantità aggiunta all’acqua di ammollo dei fagioli accelera i processi di ammorbidimento e di cottura e riduce la propensione dei fagioli a provocare flatulenza. il bicarbonato di sodio è un batticarne efficace: può essere aggiunto agli stufati o strofinato direttamente su un taglio di carne, e quindi sciacquato prima della cottura, per rendere la carne più tenera.
Per effetto del calore, il bicarbonato di sodio subisce una reazione chimica che sprigiona anidride carbonica, il che lo rende utile a togliere il grasso di piccole dimensioni o fuochi elettrici.
La sua texture finemente granulosa lo rende un ottimo detergente, delicato ed abrasivo. È economico, ecologico, senza profumo, e sicuro per quasi tutte le superfici, e quindi è ideale per l’uso domestico. Come agente leggermente abrasivo, può anche essere usato al posto del dentifricio. Sparso intorno all’ingresso esterno e alle fondamenta di una casa, può vietare alle formiche e ad altri insetti striscianti di entrare, in quanto è irritante per il loro esoscheletro chitinoso.
Come neutralizzatore di acido, il bicarbonato di sodio è stato a lungo favorito per le sue varie applicazioni di pronto soccorso: sciolto in un bagno tiepido, è in grado di lenire il disagio delle scottature e del prurito provocato dall’edera velenosa ; mescolato con acqua fredda e applicato direttamente sulla pelle, allevia il dolore delle punture delle api. Mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio in 120 ml di acqua può essere preso come antiacido. Nota: Coloro che prendono i farmaci o che seguono una dieta a ridotto contenuto di sodio dovrebbero consultare un medico prima di utilizzare il bicarbonato di sodio.

L’aceto bianco

L’aceto bianco può essere prodotto dall’ossidazione di una bevanda distillata. Durante questo processo, l’ossigeno si combina con i prodotti chimici in una sostanza in modo da ridurre il contenuto dell’atomo. Quando un alcool distillato viene ossidato, i suoi componenti chimici subiscono un cambiamento, e diventa molto più acido, e spesso molto sgradevole al gusto.
Anche combinare acido acetico con acqua può dar luogo all’aceto bianco: questo secondo tipo è molto aspro, ed è comunemente usato sia per pulire e disinfettare, che per cucinare.
Anche alcuni tipi di aceto di riso sono bianchi o trasparenti, e sono un importante ingrediente in molte ricette asiatiche. Esistono due tipi di aceto bianco: quello fatto da riso bianco fermentato, o quella prodotto dal sakè.
Come prodotto per le pulizie, l’aceto bianco può fornire un’eccellente alternativa ed eco-friendly alle sostanze chimiche. Molte persone giurano di utilizzare aceto bianco per pulire le finestre, dopo averlo mescolato all’acqua in un flacone spray: si spruzza sui vetri e poi si passa sopra tovaglioli di carta o giornali.
L’aceto bianco è utile anche per eliminare gli odori forti. Può essere utile soprattutto per sbarazzarsi dell’odore dell’ urina di gatto, ed è sicuro da usare sia per interni che per esterni. A differenza di alcuni prodotti presenti sul mercato per eliminare gli odori di urina, l’aceto bianco non contiene ammoniaca , che può in alcuni casi incoraggiare i gatti a continuare a sporcare in aree da evitare.
Alcune persone usano aceto bianco come smacchiatore o durante il ciclo di risciacquo in lavastoviglie. Si utilizza anche come sgrassatore dei piatti nel lavaggio a mano. Alcuni strumenti medici come inalatori o tubi possono essere sterilizzati con acqua bollente e aceto bianco, e può anche essere utilizzato per pulire il biberon. Se si intende usare l’aceto sui tessuti, si deve fare una prova su una parte del tessuto che non si vede per essere certi che non si macchi.
Un altro uso utile è per la pulizia delle caffettiere elettriche. È possibile utilizzare miscela di acqua e aceto per ridurre le macchie e i depositi minerali accumulati nel serbatoio dell’acqua. Basta non dimenticare di sciacquare il filtro con poca acqua, o il primo caffè avrà un sapore terribile!


  [Foto]




 [Video] ( Nessun video aggiunto )
REPORTAGE
 
Quattro ingredienti insostituibili per le pulizie ecologiche (e non solo)
 
posted on 28/11/2011 at 12:01


[Per inserire commenti devi essere iscritto su HowToBeGreen] JOIN NOW
"Intrappolate nella pasta, queste bolle di anidride carbonica aiutano il forno a raggiungere più in fretta la temperatura"... sì, più o meno quanto soffiare fuori dal finestrino contribuisce a far partire un treno! :-)
 
:))) beh, è sempre una cosa carina da sapere, per quanto piccola ;)
 
Ultimi commenti

 

© 2021 , HowToBeGreen.eu - Tutti i diritti riservati. - PRIVACY

Reportage correlato che potrebbe interessarti (1 di 14)

10 piccole azioni per salvare il pianeta a SCUOLA

[Idee Green]