Reportage Tematici Green (257)
[ 1172 immagini ]
Bacheca Green
[ 862 post ]
Aziende Green
Soluzioni Green

 Autore del reportage
Nome: Elena Tavella

Su di me: Cantante, musicista, studente..

Interessi: Amo la difesa della natura, le energie rinnovabili ed il risparmio energetico.

Vivo a: IT, Vicenza

Specializzazione::

Webpage:
 
Reportage scritti [ 14 ]
Post in bacheca Green [ 34 ]
Commenti a reportage [ 11 ]
Acqua: ecco perchè è così importante non sprecarla
9/5/2011
Riciclo & Riutilizzo
10253  views
  Locazione: Italia - Mondo
Invia ad un amico

Acqua, dallo spreco al riciclo e riutilizzo. Quello dell’acqua sta diventando un problema serio. Un rapporto della Protezione Civile relativo al 2007, indica che le precipitazioni in autunno ed inverno sono state inferiori alla media tra il 20 ed il 40 percento, e che la neve in media ricopra sempre meno percentuali di territorio ad ogni stagione invernale.

Gli effetti meteorologici allarmanti che stanno interessando anche il nostro paese, mostrano che le previsioni dell’arrivo di importanti cambiamenti climatici, avversate o minimizzate in passato, stanno invece, purtroppo, cominciando a manifestarsi con preoccupante puntualità. Abbiamo trattato l’acqua come se tale risorsa come fosse illimitata e gratuita. Oggi ci accorgiamo che le falde acquifere non sono inesauribili, ad esempio clamoroso lo si ha dal prelievo dell’acqua dai pozzi artesiani, in continuo calo.

Prima di tutto l’acqua mantiene il ciclo naturale necessario alla nostra vita. L’acqua è necessaria per mantenere in vita le piante, che con l’aiuto dell’energia solare, trasformano l’acqua e la CO2. Con questo processo, la fotosintesi, si crea l’ossigeno, essenziale per la vita, che tutti, uomini, piante e animali, respirano, ed utilizzano per il proprio metabolismo, che non è che un altro ciclo dell’acqua, questa volta biologico, senza il quale la vita è impensabile.

Ma la pioggia non serve solo a questo. L’acqua delle nuvole è l’acqua più pura che ci sia. Ma quando cade sulla terra sotto forma di pioggia, neve o altro, l’acqua piovana pulisce l’atmosfera da tutto quello che vi è presente: un litro di pioggia può pulire più di 300.000 litri d’aria. Le precipitazioni si arricchiscono con i gas di scarico che l’uomo disperde nell’aria, e questi, insieme ad altri inquinanti, rendono acida la pioggia. Tutte le sostanze inquinanti dovrebbero essere eliminate alla fonte, perchè una volta che le precipitazioni abbiano contaminato l’acqua e il suolo, l’intervento di depurazione è molto più difficile.

Va inoltre considerato quanta acqua sia necessaria per la preparazione dei beni di consumo. Nessun prodotto può essere fabbricato senza acqua:
- per un litro di birra servono 15 litri d’acqua
- per 1 kg di carta fino a 100 litri d’acqua
- per 1 kg di plastica fino a 500 litri

L’Italia è ai primi posti tra i paesi europei con riferimento alla domanda complessiva di acqua. Rispetto ad una media dei paesi dell’UE di 604 metri cubi per abitante all’anno, il nostro Paese registra un valore stimato intorno ai 908 metri cubi per abitante all’anno. Più di noi solo l’Olanda.

L’acqua è preziosa, ed inizia davvero a scarseggiare.
Per modificare questa situazione saranno necessari dei cambiamenti, a livello politico-economico, sul modo di intendere lo sviluppo e sulle ricadute di quest’ultimo sull’equilibrio ecologico del pianeta. Dal punto di vista pratico, invece, servono invece immediate risposte su come affrontare le emergenze dell’oggi e dell’immediato futuro.

Da qualche anno a questa parte in molte zone di Italia la sensibilità sulle problematiche legate all’inquinamento del suolo e delle acque è aumentata. Così nei nuovi quartieri si realizzano reti fognarie separate: acque bianche (piovane), acque nere (scarichi dei bagni) e grigie (scarichi delle cucine) anche se spesso viene poi tutto convogliato nelle vecchie reti fognarie di acque miste. La normativa dei comuni comincia ad essere più attenta e dettagliata. Le Asl effettuano controlli maggiori. Per gli interventi sparsi sul territorio, non collegabili alla pubblica fognatura, viene sempre più spesso indicato come sistema di depurazione la fitodepurazione piuttosto che la vecchia fossa Imhoff (insufficiente nel trattamento delle acque) o impianti a ossidazione totale (fanghi attivi che però trascinano con sé difficoltà gestionali).

Tratto da risanamentoenergetico.it


  [Foto]




 [Video] ( Nessun video aggiunto )
REPORTAGE
 
Acqua: ecco perchè è così importante non sprecarla
 
posted on 5/9/2011 at 12:48


[Per inserire commenti devi essere iscritto su HowToBeGreen] JOIN NOW
Mi piace molto la prima foto del reportage scattata nel deserto con la lavagna con scritto: WATER CONSERVATION. E’ un’immagine che ha un forte impatto visivo e lo sguardo mezzo incazzato della ragazza sembra dire: "sprecheresti acqua anche in questo luogo?"
 
I livelli delle falde acquifere non sono proprio in "continuo calo". Le piogge abbondanti dell’autunno scorso (immagino ricorderete le alluvioni) hanno fatto salire molto il livello delle falde, tanto che in alcune zone del Vicentino sono da mesi allagati i garage seminterrati che nel decennio scorso erano stati "serenamente" realizzati.
Riguardo agli sprechi l’acqua si spreca perché costa troppo poco. E la tendenza è di non tenere basse le tariffe per far contenta la popolazione ripagando il resto dei costi tramite la fiscalità generale. Un pregio della privatizzazione del servizio idrico sarebbe che la tariffa dovrebbe necessariamente coprire tutti i costi.
 
Una ricerca condotta da Gene-Hua, ricercatore del MIT insieme ad altri ricercatori della Bacardi Stockholm Water Foundations e dell’Univ del Texas, ha messo in evidenza una dinamica molto complessa per quanto riguarda la ricarica delle falde acquifere.

Ad esempio, in luoghi dove le precipitazioni annuali possono aumentare del 20% a causa dei cambiamenti climatici, le acque sotterranee potrebbero subire un incremento del 40%. Mentre al contrario, l’analisi ha evidenziato, in alcuni casi, che ad una diminuzione del 20% delle precipitazioni potrebbe corrispondere una riduzione del 70% delle falde acquifere.
 
Ultimi commenti

 
Potrebbero interessarti..
Compostaggio: le buone regole da seguire per il compost domestico
Plastica: da rifiuto a materia prima
Ricicla la tua borsa e trasformala in una borsa solare
’’Ri-scarpa’’ si riciclano le scarpe
Come fare un buon compost sfruttando il rifiuto umido domestico
La mia prima esperienza con i pannolini lavabili in cotone e bambù
Alluminio, bauxite, inquinamento e Avatar: quale legame?
Le enormi potenzialità del carbone agricolo (biochar) prodotto dalle biomasse
Cina fra crescita economica, profitti e rifiuti: quale speranza?
Riciclo delle plastiche: come valorizzarle e riportarle a nuova vita
Riciclaggio rifiuti vs termovalorizzazione: convegno nell’Alto Vicentino
Bioplastiche: biologiche, biodegradabili, riciclabili e atossiche: è così?
La verdura in vaschette di plastica biocompostabile
La storia dell’acqua in bottiglia - Video documentario

© 2021 , HowToBeGreen.eu - Tutti i diritti riservati. - PRIVACY

Reportage correlato che potrebbe interessarti (1 di 14)

Come ridurre il consumo d’acqua in doccia - PARTE 2

[Riciclo & Riutilizzo]