Reportage Tematici Green (257)
[ 1172 immagini ]
Bacheca Green
[ 862 post ]
Aziende Green
Soluzioni Green

 Autore del reportage
Nome: Luca Segalla

Su di me:

Interessi:

Vivo a: IT, -

Specializzazione:: Responsabile CED

Webpage:
 
Reportage scritti [ 12 ]
Post in bacheca Green [ 75 ]
Commenti a reportage [ 75 ]
Lo smaltimento delle lampade a risparmio energetico: spunti di riflessione
6/3/2012
Risparmio Energetico
7471  views
  Locazione: Zugliano (VI)
Invia ad un amico

Lampade a risparmio energetico, smaltimento, mercurio, campi elettromagnetici. Avevo approfondito qualche anno fa qualche dettaglio sulle lampadine a risparmio energetico ma avendo perso i miei appunti utilizzo questo reportage per fornire spunti di riflessione che magari possono portarci in qualche direzione. Di mio ricordavo che le "nuovissime" lampadine a risparmio energetico che si trovano in giro non sono poi così green in fase di smaltimento (soprattutto quelle con quelle forme strane che ormai son diffusissime e pubblicizzate come super green), inoltre ho presenziato a dei test sull’emissioni di campi elettromagnetici dalle lampadine in questione. Avevo trovato anche un’azienda di Schio (Vicenza) che faceva delle lampadine, mica tanto piccole, veramente con dei requisiti molto interessanti (unico neo: una lampadina poteva costare anche 40 euro).

Riporto di seguito un articolo sulle lampade a risparmio energetico, pubblicato su TERRA NUOVA.

"L’eradicazione di questa minaccia ambientale ha coinvolto tutta l’Europa, che le ha bandite dal commercio organizzando una vera e propria caccia alle streghe. Si sono fatti spot, sensibilizzati interi paesi ed educate nuove generazioni contro queste pericolose lampadine, inefficienti, inquinanti, nemiche dell’ambiente. A sostituirle sono arrivate le lampade a basso consumo (LBC), dall’algida luce. Perfette! Molto più efficienti, longeve, ecologiche: con esse l’ambiente è salvo… Sì, ma finché rimangono negli scaffali dei negozi! Nel nostro zelo ambientalista, ci siamo scordati alcuni trascurabili particolari: per funzionare le lampade a risparmio energetico utilizzano circa 3 mg di mercurio, che eccitato emette raggi UV, poi convertiti in luce visibile. Buffo che il mercurio, da tempo bandito nei termometri perché altamente tossico ed inquinante per la salute e per l’ambiente, ritorni nelle lampadine ecologiche.

Una volta conclusa la loro missione ecologica, le lampade a risparmio energetico si trasformano in rifiuti tossici e speciali, che dovrebbero essere opportunamente smaltiti e non certo gettati nella comune spazzatura. Per non pensare al tragico evento di una rottura: in tal caso dovrebbe essere chiamata un’intera squadra di tecnici per disinfestare la casa. Oltre a rappresentare pericolosissime e incontrollate sorgenti di mercurio, le care LBC sembrano produrre anche campi elettromagnetici particolarmente forti a piccola distanza, che potrebbero causare nel tempo patologie anche gravi.

E poi quella luce bianca, innaturale e fredda, oltre a influire sull’umore di chi vi è esposto per periodi prolungati, può provocare mal di testa e difficoltà di concentrazione, e sembra sia capace anche di sfasare la produzione di melatonina, intaccando perciò l’equilibrio ormonale. Chi lascia la luce vecchia per quella nuova…"


  [Foto]




 [Video] ( Nessun video aggiunto )
REPORTAGE
 
Lo smaltimento delle lampade a risparmio energetico: spunti di riflessione
 
posted on 6/3/2012 at 11:35


[Per inserire commenti devi essere iscritto su HowToBeGreen] JOIN NOW
Una promettente alternativa è sicuramente la luca LED. Vengo dal mondo dell’elettronica a micro-processore e quand’ero adolescente per LED si intendevano le piccole luci da accendere con 15 mA e realizzare al massimo dei Vu-meter. Da allora i primi JUMBO LED hanno fatto passi da gigante e non avrei mai pensato che quelle piccole lucine sarebbero diventate, nel giro di 10-15 anni, la più promettente e sostenibile alternativa per l’illuminazione stradale, domestica ed artistica (LED RBG).
Ci sarebbe molto da scrivere sui vantaggi dei diodi LED ma in estrema sintesi ecco i più interessanti:
- lunga-lunghissima durata,
- bassissimo consumo (solo un piccola parte dell’energia si trasforma in calore),
- assenza di sostanze tossiche,
- riciclabilità quasi totale.
I prezzi sono in continuo ribasso e già adesso non servono incentivi per orientare l’acquisto.
 
Va detto anche che ci son degli studi, sulle luci al led, i quali stanno cercando di stabilire se ci sia o meno qualche effetto delle luci al led sul bioritmo. Poi va da sé che la luce dovrebbe comunque sempre servire di sera e per poco, per il resto per dormire abbiamo bisogno di buio e riposo :-)
 
Ultimi commenti

 
Potrebbero interessarti..
Come ridurre il consumo d’acqua in doccia - PARTE 2
100 km/ l e 600 $: fatta in Cina da tedeschi
La luce a LED, i vantaggi e le opportunità di risparmio energetico
Metodi per il risparmio energetico
Bottiglie luminose per le favelas brasiliane: come funzionano realmente?
Isolamento termico in fibra di cellulosa per intercapedine murale
Risparmiare acqua; ecco quello che ho fatto in casa mia
Edifici ad alta efficienza energetica - Case in legno made in Veneto
Le nostre automobili e i loro consumi - Esperimento
Detrazioni fiscali 2011: come e dove intervenire risparmiando
10 steps per risanare edifici esistenti con classi termiche e acustiche elevate
Stand-by: come ridurre la propria bolletta elettrica fino al 25% a costo zero
Come ridurre il consumo d’acqua in doccia - PARTE 1
Case di paglia: economiche ed ecologiche

© 2021 , HowToBeGreen.eu - Tutti i diritti riservati. - PRIVACY

Reportage correlato che potrebbe interessarti (1 di 14)

L’impatto ambientale delle lampadine LFC a basso consumo

[Risparmio Energetico]