Reportage Tematici Green (257)
[ 1172 immagini ]
Bacheca Green
[ 862 post ]
Aziende Green
Soluzioni Green

 Autore del reportage
Nome: Silvia Lorenzi

Su di me: Redazione di HowToBeGreen. Vegetariana ed esperta di alimentazione biologica.

Interessi: Cucinare utilizzando esclusivamente prodotti biologici e locali. Amo coltivare l’orto e leggere. Faccio parte di un G.A.S. (Gruppo di Acquisto Solidale).

Vivo a: IT, Zugliano - Vicenza

Specializzazione:: Cuoca

Webpage:
 
Reportage scritti [ 4 ]
Post in bacheca Green [ 12 ]
Commenti a reportage [ 4 ]
La plastica biodegradabile e compostabile: cosa c’è da sapere
13/1/2012
Riciclo & Riutilizzo
32197  views
  Locazione: Italia
Invia ad un amico

Plastica biodegradibile e plastica compostabile. Qual’è la differenza? Sono sinonimi? Un oggetto biodegradabile è anche necessariamente compostabile? Allo scopo di fare chiarezza su queste terminologie che possono essere facilmente confuse è necessario dare alcune definizioni.

La biodegradabilità.

Per biodegradabilità si intende la scomposizione di un materiale in composti chimici semplici per azione di agenti biofisici naturali come batteri, luce solare, umidità ed altri agenti. Quindi, di fatto, si può assumere che quasi tutti i materiali esistenti possano essere biodegradati. La differenza sostanziale è quanto tempo sia necessario per trasformarsi in composti chimici elementari alla fine del processo di biodegradazione.

In rete ho trovato alcuni tempi di degradazione per differenti oggetti:
- bucce di banana: 2-10 giorni
- straccio di cotone: 1-5 mesi
- carta: 2-5 mesi
- bucce d’arancio: 6 mesi
- calze di lana: 1-5 anni
- borsette di plastica: 10-20 anni

La compostabilità.

Il compost è un prodotto ottenuto per mezzo della degradazione batterica del rifiuto umido domestico e utilizzabile in agricoltura come fertilizzante naturale. La normativa europea di riferimento sul packaging è la EN13432 / EN 14995. Secondo tale normativa i materiali o i prodotti compostabili devono avere le seguenti caratteristiche:

- non devono danneggiare il processo di compostaggio
- devono comportarsi come una foglia di lattuga
- devono favorire un’alta qualità del compost
- devono garantire un’applicazione sicura del compost

Un esempio di plastica compostabile: il Mater-Bi. Il Mater-Bi è una bioplastica ottenuta dal mais e si presenta in forma di granulo e può essere lavorato secondo le più comuni tecnologie di trasformazione, per produrre prodotti bioplastici dalle caratteristiche quasi equivalenti alle plastiche tradizionali ma perfettamente biodegradabili e compostabili. I prodotti in Mater-Bi dopo l’uso si biodegradano mediamente nel tempo di un ciclo di compostaggio.

Qual’è la differenza fra biodegradabile e compostabile per la normativa?

Per essere definito biodegradabile, la direttiva stabilisce che il prodotto biodegradabile deve decomporsi del 90 percento entro 6 mesi. Mentre, per essere definito compostabile, il prodotto deve disintegrarsi in meno di 3 mesi, e non essere più visibile. Il processo di compostaggio deve avvenire in un ambiente controllato.

Ne consegue che alcune plastiche possano essere biodegradabili ma non necessariamente compostabili e quindi utilizzabili per la raccolta della frazione umida del rifiuto domestico. Vi prego di fare attenzione e di controllare attentamente le diciture riportate nella borsette di plastica.


  [Foto]




 [Video] ( Nessun video aggiunto )
REPORTAGE
 
La plastica biodegradabile e compostabile: cosa c’è da sapere
 
posted on 13/1/2012 at 10:19


[Per inserire commenti devi essere iscritto su HowToBeGreen] JOIN NOW
Grazie, questo è un articolo molto utile!
 
Ecco, io ignorantemente quando posso evitavo comunque anche quelle borsette. Vi capita mai di rifiutare una borsetta e la commessa ve la dà comunque? Vedo scene da circo a volte.
In alcuni (pochi) negozi tengono gli scatoloni, io ho l’abitudine di usare quelli, che poi diventano contenitori per la carta... e finiscono nella carta.
Non parliamo poi delle raccolte multimateriale che ci son in giro (finta differenziata praticamente), ho saputo che in alcuni paesi la differenziata si fa solo perchè ci son diverse temperatura di incenerimento (devo approfondire).
Ora sono fuori argomento, ma il primo che raccoglie info posti un reportage, tnx
 
A proposito di compostabilità della plastica, ho visto in vendita acqua in bottiglia in plastica vegetale COMPOSTABILE.

Controllando l’etichetta è scritto chiaramente quanto segue: "la bottiglia e l’etichetta sono sia riciclabili che compostabili - si biodegradano completamente in 80 gg negli appositi siti di compostaggio. Il tappo è in PE e va quindi conferito nella raccolta differenziata della plastica".

Pur essendo radicalmente contrario al concetto stesso di acqua in bottiglia.. ho acquistato alcune confezioni e vi garantisco che all’APPARENZA è identica alle comuni plastiche per imbottigliamento. Da questo punto di vista hanno fatto veramente un bel lavoro. Il prezzo si attesta sui 0,4 euro al litro contro altre marche che utilizzano plastica tradizionale con prezzi compresi da 0,26 a 0,39 euro al litro. Non c’è moltissima differenza.
 
Ci faresti sapere la marca dell’acqua con quella bottiglia di plastica? Per curiosità, io bevo quella del rubinetto.
Le borsette che mi son capitate in mano ieri (le avevo in casa, le riciclo) avevano la dicitura BIODEGRADABILE E COMPOSTABILE
 
Acqua "Sant’Anna BIO" (il colore della plastica è verde).
 
Ultimi commenti

 
Potrebbero interessarti..
La storia delle cose - Video documentario
Bioplastiche: biologiche, biodegradabili, riciclabili e atossiche: è così?
ONU: plastica e fertilizzanti stanno avvelenando la Terra
Riciclo delle plastiche: come valorizzarle e riportarle a nuova vita
Riciclaggio rifiuti vs termovalorizzazione: convegno nell’Alto Vicentino
La bioplastica - una soluzione che non affama il pianeta
La mia prima esperienza con i pannolini lavabili in cotone e bambù
Le enormi potenzialità del carbone agricolo (biochar) prodotto dalle biomasse
La storia dell’acqua in bottiglia - Video documentario
Come fare un buon compost sfruttando il rifiuto umido domestico
Alluminio, bauxite, inquinamento e Avatar: quale legame?
Sacchetto biodegradabile? Meglio tornare alla sporta
’’Ri-scarpa’’ si riciclano le scarpe
La verdura in vaschette di plastica biocompostabile

© 2021 , HowToBeGreen.eu - Tutti i diritti riservati. - PRIVACY

Reportage correlato che potrebbe interessarti (1 di 14)

Sacchetto biodegradabile? Meglio tornare alla sporta

[Riciclo & Riutilizzo]