Reportage Tematici Green (257)
[ 1172 immagini ]
Bacheca Green
[ 862 post ]
Aziende Green
Soluzioni Green

 Autore del reportage
Nome: Luca Segalla

Su di me:

Interessi:

Vivo a: IT, -

Specializzazione:: Responsabile CED

Webpage:
 
Reportage scritti [ 12 ]
Post in bacheca Green [ 75 ]
Commenti a reportage [ 75 ]
Green baby: pannolini lavabili vs pannolini usa e getta
26/5/2011
Stile di Vita Green Living
7912  views
  Locazione: Mondo
Invia ad un amico

Pannolini lavabili, ecologia domestica e riduzione dei rifiuti. Ho due bimbi e per entrambi ho utilizzato pannolini lavabili. Gli ho acquistati per il primo bimbo e riutilizzati per il secondo. Ora è giusto tirare le somme e fare alcune considerazioni. Con i pannolini lavabili si risparmia davvero? Sono un’alternativa ecologica alla montagna di rifiuti degli equivalenti usa e getta? A questo proposito riporto un’analisi molto precisa che tiene di molti parametri quali: costo d’acquisto, acqua, detersivo, energia elettrica. Nelle foto allegate trovate tabelle.

L’utilizzo dei pannolini lavabili porta ad un consistente risparmio per le famiglie che li usano, risparmio che aumenta ad ogni figlio, in quanto la parte consistente delle spese, ossia l’acquisto dei pannolini di stoffa, si effettua una sola volta, escluse eventuali sostituzioni dei pannolini più usurati/logorati.

[Costo d’acquisto Pannolini Usa & Getta]

Un pannolino Usa & Getta può costare, in media:
- pannolino marchio supermercato e/o economico 0,17 Euro/pannolino
- pannolino marca famosa in multipacco in offerta 0,24 Euro/pannolino
- pannolino marca famosa top di gammo 0,28 Euro/pannolino

Supponendo che un bambino abbandoni il pannolino intorno ai 2,5 anni, si possono calcolare i seguenti consumi (vedi foto 1) la spesa complessiva per l’acquisto di pannolini Usa & Getta: 996 Euro o 1406 Euro o 1639 Euro per 5856 pannolini a seconda del tipo di pannolino acquistato.

[Costo d’acquisto Pannolini Lavabili]

Le spese per i pannolini lavabili si dividono in: acquisto, energia elettrica, acqua e detersivo. Le variabili da conoscere per fare i conti sono molte: ognuno dovrebbe sapere esattamente cosa consuma in termini di acqua e energia la propria lavatrice, cosa costano 1 litro d’acqua, 1kWh di energia, 1 dose di detersivo, quanti lavaggio in un anno si fanno, a che temperatura e quanto pesa il bucato (perché per alcune lavatrici il consumo cambia in relazione al peso della biancheria nel castello).

Per l’acquisto ipotizziamo si acquisti un kit misto così composto (i prezzi delle diverse tipologie di pannolino sono da intendersi come valori medi sul mercato) - (vedi foto 2).
Totale per l’acquisto: 452 Euro per 25 pannolini e 3 mutandine impermeabili.

Per l’energia elettrica, (sempre su ipotesi di 30 mesi di utilizzo), nel caso di una lavatrice in classe B da 5kg caricata con 4kg di biancheria e supponendo di fare un lavaggio ogni 2,5 giorni circa a 40° e 1 lavaggio a 60° una volta ogni 2 mesi per igienizzare: (vedi foto 3). Il consumo di energia per una lavatrice in classe B è in media di 0,15kWh/kg a 40° e di 0,19kWh/kg a 60°.
Totale per l’energia elettrica: 50,41 Euro in 2,5 anni per 381 lavaggi (vedi foto 4).

Per l’acqua: Il costo dell’acqua al litro è molto variabile in Italia, anche all’interno della stessa regione. Il dato qui considerato è valido per una famiglia con consumi superiori a 120 metri cubi all’annuo. (vedi foto 5)
Totale per acqua: 12,80 Euro in 2,5 anni per 381 lavaggi.

Per il detersivo, anche in questo caso, i dati di costo sono variabili a seconda che si utilizzi:
detersivo economico (marchio supermercato)- 0,15 Euro/dose
detersivo media qualità (tipo Sole) - 0,20 Euro/dose
detersivo di fascia alta (Dixan, Dash…) – 0,30 Euro/dose
Ipotizziamo di utilizzare un detersivo di fascia alta. Nonostante i pannolini lavabili vadano lavati con poco detersivo, in questo esempio considereremo per ogni lavaggio la dose intera di detersivo. Non si calcola il costo per l’ammorbidente perché NON va usato (vedi foto 6).
Totale per il detersivo: 76,20 Euro in 2,5 anni per 381 dosi di detersivo di fascia media (dose intera ad ogni lavaggio).

[CONCLUSIONE]

(vedi foto 7).

Considerazioni finali, vista la sempre più rapida diffusione degli impianti fotovoltaici domestici e degli accumuli per le acque meteoriche.. è immediato immaginare come tutte le cifre sopra esposte (tranne quelle relative all’acquisto dei pannolini lavabili e del detersivo) vadano riviste in ribasso se non addirittura azzerate.

Fonte dati: www.nonsolociripa.it


  [Foto]




 [Video] ( Nessun video aggiunto )
REPORTAGE
 
Green baby: pannolini lavabili vs pannolini usa e getta
 
posted on 5/26/2011 at 13:04


[Per inserire commenti devi essere iscritto su HowToBeGreen] JOIN NOW
Complimenti per l’analisi.

Normalmente ogni "pronto" che non costa fatica ovviamente costa in qualcos’altro, basti pensare anche alle analoghe proposte alimentari cui talvolta non serve nemmeno una ravvivatina in microonde.

Rilevo che non sono state considerate componenti di costo molto importanti quali la manodopera e gli ammortamenti dei mezzi di produzione solo per sottolineare che la donna - cosiddetta di casa o casalinga - lo stipendio se lo guadagna ogni giorno.

Pari considerazioni e complimenti ovviamente anche ai maschi che a/anche a tali attività si dedicano.

Buona giornata
Sergio Capraro
 
Tecnicamente dei pannolini lavabili si mettono in lavatrice come le mutandine si lavano ai bimbi piccoli (anzi le mie portano anche le mutandine fin da tre mesi, fra le altre cose). Poi eventualmente ci sono anche gli inserti biodegradabili, mentre quelli di stoffa dopo averli lavati basta lasciarli al sole (sia per asciugare che per far sparire eventuali macchie, provare per credere). Hola.
 
che fico! e dove si comprano?
 
(ciao, ma guarda il mondo green che piccolo) - I pannolini lavabili si trovano un po’ dappertutto; così di getto mi vengono in mente i "kushies" su ebay, poi ci sono persino dei produttori locali (è mia moglie esperta), poi probabilmente si trovano da OKO a Santorso e poi... boh, ce ne son un sacco di posti (e in varie tipologie)
 
I pannolini usa e getta sono costituiti in gran parte di plastica, e per realizzarne uno soltanto servono circa 4 litri di acqua e 100 grammi di polpa di legno. Questo significa che, pur se inconsapevolmente, ogni bambino italiano, nei primi tre anni di vita, brucia 20 alberi di grandi dimensioni.
 
Per i primissimi giorni comunque ci sono anche dei pannolini usa e getta in fibra di mais, se ben ricordo. Ci sono poi i pannolini lavabili con l’inserto che più si gradisce (anche quello eventualmente biodegradabile e gettabile, credo sempre in fibra di qualcosa...)
 
Ultimi commenti

 

© 2021 , HowToBeGreen.eu - Tutti i diritti riservati. - PRIVACY

Reportage correlato che potrebbe interessarti (1 di 14)

Le pulizie in casa: eco-consigli pratici su come renderle sostenibili

[Stile di Vita Green Living]