Reportage Tematici Green (257)
[ 1172 immagini ]
Bacheca Green
[ 862 post ]
Aziende Green
Soluzioni Green

 Autore del reportage
Nome: Daniele De Marchi

Su di me: Credo che formarsi significhi intraprendere un percorso di crescita personale in grado di far emergere le proprie potenzialità, sfruttare al meglio le risorse individuali ed affermare la propria ident... >>

Interessi: Una visione della formazione contro-culturale in grado di trasferire tutto ciò che la scuola non riesce a dare :

-Cultura Ambientale
-Sviluppo individuale
-Coscienza finanziaria
-Alim... >>

Locazione attività: IT, Vicenza

Nome attività:
Per Formarsi

Descrizione attività: Per Formarsi offre una serie di percorsi formativi in grado di accompagnare l’allievo lungo un percorso di crescita individuale adottando un un approccio didattico innovativo basato su specifiche moda... >>

Informazioni di contatto: http://www.performarsi.it

 
Profilo completo vedi ]
Reportage [ 9 ]
Post in bacheca [ 17 ]
Commenti [ 7 ]
Marchio 100% vegetale - Mangi vegetariano? Allora sei Green
7/10/2011
Cibo Vegetariano
7029  views
  Locazione: Italia
Invia ad un amico

Essere vegetariano, certificazione green e impatto sull'ecosistema. Finalmente nasce un marchio specifico in grado di offrire al consumatore vegetariano la certezza di acquistare prodotti 100% vegetali ovvero rispettosi degli animali, dell’ambiente e della salute umana.

La nuova certificazione italiana per prodotti green è il risultato del lavoro congiunto fra LAV (nell’ambito della campagna www.cambiamenu.it) e ICEA ovvero l’Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale.

Cosa significa prodotto certificato 100% vegetale?

- l’assenza di ingredienti di origine animale durante tutte le fasi della produzione fino al confezionamento

- l’assenza di impiego di organismi geneticamente modificati

- l’assenza di test su animali per additivi, conservanti e altre sostanze chimiche e per il prodotto finito

- l’assenza di contaminazione del prodotto da altri prodotti o sostanze di origine animale.

Perchè 100% vegetale significa minore impatto ambientale?

Alcuni dati (fonte Environmental Working Group 2011):

- Gli allevamenti sono responsabili del 18 percento di tutte le emissioni di gas serra (da attività umane)

- la carne di agnello e di bovino sono le più dispendiose in termini di emissioni con rispettivamente ben 39,2 kg Co2/kg alimento e 27 kg di Co2/kg alimento

- il 37% del metano è prodotto dal sistema digestivo dei ruminanti

- il 65% degli ossidi di azoto è emesso dal letame, che ha un potere climalternante 265 volte maggiore della Co2

Cosa propone la LAV?

Propone di mangiare vegetariano almeno una volta a settimana: in termini di impatto ambientale, sostituire 1 hamburger a settimana per un anno con un piatto a base di proteine vegetali è l’equivalente di evitare di utilizzare l’automobile per ben 515 km! Se questa scelta salutare è praticata da una famiglia di 4 persone, equivale a evitare di utilizzare l’automobile per 3 mesi.


  [Foto]




 [Video] ( Nessun video aggiunto )
REPORTAGE
 
Marchio 100% vegetale - Mangi vegetariano? Allora sei Green
 
posted on 10/7/2011 at 11:59


[Per inserire commenti devi essere iscritto su HowToBeGreen] JOIN NOW
L’unica pecca è che questo tipo di marchi e certificazioni hanno spesso costi elevati per un’azienda. Comprendo che controllare e valiare le aziende a cui si propone la certificazione necessiti delle spese, ma spesso il costo non è giustificato. D’altra parte, altri tipi di marchi che prevedono l’autocertificazione e sono quindi meno costosi, non assicurano al consumatore che quella specifica azienda o prodotto, abbiano requisiti adatti alle proprie specifiche esigenze, etiche o salutistiche che sia. Marchi come quello bio, 100% vegetale, vegan, o la spiga barrata della celiachia, dovrebbero essere obbligatori e gratuiti su ogni prodotto. I loghetti sono immediati e ci aiutano a scegliere con più serenità cosa acquistare, l’importe è che si impari anche a leggere le etichette e a conoscere e decifrare i nomi degli ingredienti...se tutti lo facessimo probabilmente mangeremmo un po’ meglio e ne guadagneremmo in salute.
 
Questo marchio lo considero un bel passo avanti.. soprattutto un segnale di come i tempi stanno cambiando verso una direzione di maggiore consapevolezza alimentare e di trasparenza di tutta la filiera produttiva.

Sono d’accordo con Marzia in merito al fatto che tali loghi o marchi non dovrebbero per nulla comportare un aumento dei costi per le aziende responsabili che scelgo questa filosofia produttiva.

C’è ancora moltissimo da fare.. ma vedo una luce in fondo al tunnel :)
 
è vero, sono vegan da 11 anni e fino a 3,4 anni fa era ancora lontano un traguardo del genere. Evidentemente qualche cosa si muove e chi sceglie di essere vegan per motivi etici,non può che rallegrarsene :)
 
Ultimi commenti

 

© 2021 , HowToBeGreen.eu - Tutti i diritti riservati. - PRIVACY

Reportage correlato che potrebbe interessarti (1 di 9)

Barbecue Green: ricetta per una grigliata ecosostenibile

[Cibo Vegetariano]