Reportage Tematici Green (257)
[ 1172 immagini ]
Bacheca Green
[ 862 post ]
Aziende Green
Soluzioni Green

Nome: monica tavella

Su di me: Amo la natura ed insegnare ai piccini il rispetto per il creato.

Interessi: Musica e fotografia. Cantante e flautista.

Vivo: IT, Veneto Vicenza

Specializzazione: Maestra elementare

Webpage:
Altri post in Bacheca Green

S’apre a Massa Martana (Umbria) lo stabilimento Angelantoni per produrre i tubi ricevitori atti al captazione dell’energia solare nella te...
L’Autorità per l’Energia ha dato il via libera alle agevolazioni previste per 5 progetti pilota che prevedono la realizzazione di oltre 10...
Il governo peruviano ha annunciato l’annullamento del progetto per la gigantesca diga che di Inambari, dopo anni di forte opposizione da parte d...
Provate a pensarci su...
giovedì 15/03 ha inizio la manifestazione fieristica ENERGY DAYS - Salone Edilizia Moderna, rivolta ad un pubblico sensibile alle tematiche come energ...
Ecco un bel esempio di raccolta acqua del lavandino per la vasca del WC. Questo prodotto progettato da Jang Woo-seok (sud coreano) prevede due possibi...
Dedicato a quanti affermano che il sistema va bene così com’è e che siano sufficienti leggere modifiche per apportare sostanziali miglioramenti....
PROGETTO BIOGAS! FONDATO CON L’ACCORDO TRA ITALIA E PAKISTAN! Hanno lanciato un nuovo progetto per stendere almeno 400 impianti di piccole e me...
Buon probabilità di proroga della detrazione del 55 in scadenza al 31.12 e non inserita nell’ultima legge di stabilità del governo Berlusconi. ...
 

Reportage scritti [ 11 ]
Post in bacheca Green [ 1 di 33 ]
Commenti a reportage [ 7 ]

 
monymony
In Bolivia, la costruzione di una strada taglia in due la foresta pluviale, penetrando attraverso il parco nazionale e riserva india dei TIPNIS. La strada collegherà la regione amazzonica ai porti del Pacifico, per facilitare l’esportazione di materie prime. Ma la strada distruggerà la foresta e la zona TIPNIS che è la patria dei popoli indigeni, e attirerà avventurieri di ogni sorta. Ora gli Indios cercano di fermare il progetto marciando verso la capitale della Bolivia, La Paz.

Il presidente boliviano Evo Morales e il suo omologo brasiliano - all’epoca era Lula da Silva - hanno concordato la costruzione della strada nel 2009. Il percorso taglia in due il Parque Nacional Indigena Territorio Isiboro (Secure TIPNIS) riserva indiana e parco nazionale. L’area si trova a est della capitale boliviana ai margini della foresta amazzonica.

L’anno scorso, i popoli indigeni sono riusciti a ottenere la sospensione di un anno del progetto. Ma ora, il primo tratto della strada è stato approvato e i lavori hanno avuto inizio.

La marcia di protesta della popolazione locale a La Paz avrà inizio il 2 agosto 2011. Tre differenti tribù si sono unite per protestare contro il tracciato, che taglierà attraverso il loro territorio o "grande casa", come loro lo chiamano.
 

Continua a leggere gli ultimi post in Bacheca Green Daily
 

© 2024 , HowToBeGreen.eu - Tutti i diritti riservati. - PRIVACY